In mezzo a “realismo virtuale” e opera frammentaria: dal momento che chat, mail e social entrano nei romanzi

In mezzo a “realismo virtuale” e opera frammentaria: dal momento che chat, mail e social entrano nei romanzi

Forma irregolare, frasi verso attuazione, derisione: modo sono (e quali sono) i romanzi affinche raccontano internet e i social (per cui si sentono definizioni modo “GIF Novel, Mail Novel, Instagram Novel, Internet Novel”)? Dai messaggi visualizzati e lasciati escludendo parere, ai gara su Tinder, dalle stories skippate, agli stati social oltre a deprimenti, dalle mail ai post. Motivo e se puo apparire buffo, insignificante, ovvero moderatamente “letterario”, e presente in quanto, a causa di molte persone, significa abitare vivi sopra questo minuto. E la sfida della bibliografia, come perennemente, e analizzare a raccontarlo – circa ilLibraio.it un indagine approfondita che analizza che il digitale come entrato nel mondo letterario (e contrariamente), passando con disamina alcuni titoli, con cui “Eccomi” di Jonathan Safran Foer, “Parlarne in mezzo a amici” di Sally Rooney, “La gola oscura” di Anna Wiener, “Tempi eccitanti” di Naoise Dolan e diversi altri

GIF Novel, Mail Novel, Instagram Novel, Internet Novel: in conclusione, chiamateli che volete. Parecchio avete acutezza di affare stiamo parlando. Di quei testi – letterari, logicamente – durante cui trovano ambito mail, chat, sms, post, tweet all’interno della resoconto. Una spiegazione precisa – canonica – del episodio arpione non c’e: il giacche forse e un amore, affinche ci da sistema di esplorarli in assenza di limiti, analizzandoli nelle loro particolarita.

Del avanzo non e agevole notare un accadimento sincrono. Ci vuole tempo, spazio. Forse e per attuale giacche, durante tangibilita, non sono molti i romanzi in quanto rappresentano l’era digitale perche stiamo vivendo.

Con i titoli internazionali piuttosto celebri ci sono Eccomi di Jonathan Safran Foer (Guanda, spostamento di Irene Abigail Piccinini), oppure l’iconico Parlarne in mezzo a amici (Einaudi, traduzione di Maurizia Balmelli) di Sally Rooney, in cui parte del tomo e occupata particolare da scambi di mail da porzione dei protagonisti (anche nell’eventualita che l’autrice ha eletto durante un’intervista al New Yorker di non aver adesso per niente amaca un “Internet novel” e, con l’aggiunta di per superficiale, di considerare esiguamente sulla rappresentazione della vitalita online per bibliografia).

Puo interessarti e

Non mancano esempi addirittura dal scena italico dove, pur mediante connotazioni alquanto diverse fra loro, emergono romanzi maniera Gusci (Einaudi) di Livia Franchini (scritto durante inglese e modificato da Veronica Raimo), Gli spaiati (Einaudi) di Ester Viola, vista di Tommaso Pincio, devozione (66thand2nd) di Alice Urciolo, Tutto nascosto oltre a il aria (Mondadori) di Eleonora Caruso, ripugnanza (Mondadori) di Daniele Rielli, Anna sta mentendo (Giunti) di Federico Baccomo, semplice attraverso citarne alcuni.

Addirittura Le ho niente affatto raccontato del soffio del regioni nordiche di Daniel Glattauer (Feltrinelli, interpretazione di Leonella Basiglini), uscito finalmente nel 2009 e stabilito “un narrazione epistolare nell’era di internet“, vede al nucleo una attinenza instaurata proprio di sbieco le comunicazioni cosicche partono dalla sezione di scommessa elettronica di Emmi Rothner – 34 anni, consorte e madre irreprensibile – verso approdare sopra quella di Leo Leike – psicolinguista veterano dall’ennesimo disastro sentimentale -.

Infine, non possiamo dichiarare cosicche manchino esempi virtuosi con virtu. Nondimeno, al epoca stesso, ed da parte di molti autori, sembra risiedere diffusa la fede affinche finire il linguaggio e la modello dei social mass media nel societa letterario come, per un certo senso, un po’ cheap.

Puo interessarti e

Da un verso e facile cosicche questa impressione cosi dettata dal evento in quanto, incontestabilmente, il web ha avuto un capace contatto ancora sul ambiente delle narrazioni e dell’editoria. Precedentemente di incluso affinche, di continuo piu spesso negli ultimi anni, le case editrici vanno in cattura di autrici e autori subito online: inizialmente per i blog e i siti di testo (modo Wattpad), poi attraverso i social Facebook, Instagram e pure TikTok, immediatamente, si sta rivelando un’arena promettente da cui raccogliere nuove voci.

La loro scrittura – nata non per la pagina tuttavia verso la basamento di vicenda – si e identificata da all’istante come frammentaria, singhiozzata, diretta, favorevole al sentimentalismo. Una annotazione cosicche deve tener guadagno dello zona (in alcuni casi scarso) e del metamorfosi delle abitudini di analisi degli utenti (sempre piuttosto rapide e volatili), mantenendo alcuni tratti dello proprio espressione addirittura dietro l’approdo al cartaceo.

All’opposto, sono stati diversi gli autori e le autrici che, partendo dal fantasticheria, hanno voluto conoscere le vie del web: nel 2012 la vincitrice del somma Pulitzer Jennifer Egan https://besthookupwebsites.org/it/loveaholics-review/ scrisse un resoconto breve nominato Black Box pubblicando un tweet verso acrobazia di traverso l’account del New Yorker. Paio anni posteriormente anche Teju Cole, saggista e fotografo di inizio nigeriana, migliorato negli Stati Uniti, ebbe un’idea similare: provo verso comporre un trattato giacche raccontava lo stato di una persona con preda per un congiungimento cardiaco, retwittando i contenuti di altri follower coinvolti nell’esperimento letterario.